Artemide - La dea della caccia - Mitologia Greco-Romana - Storia Illustrata della Fantascienza, del Gotico, dell'Orrore (Horror), del Fantasy e del Thriller

Horror Crime Home - Presentazione - Note Legali - Avvertenza Immagini - Novità - Mito e Mistero - Locandine - Scene da Film - Il Vampirismo - Varie

Avventura - Horror - Fantascienza - Fantasy - Thriller - Guerra - Western - Erotismo - Letteratura - Cinema - Teatro - Illustrazione - Fumetti - Giochi

Architettura - Storia - Arte Culinaria - Pittura - Scultura - Musica - Città - Regioni - Filosofia - Grecia Antica - Roma Antica - Istituzioni - Scienza e Tecnica

Sport - Letteratura: Fantascienza - Fantasy - Gotica - Poliziesca - Letture - Letteratura Italiana: 200-300-400-500-600-700-800-900

Cinema: Drammatico - Erotico - Fantascienza - Fantasy - Guerra - Horror - Poliziesco - Western - Attrici - Dizionari - Masters of the English Novel

Fumetti: Eroine dei Fumetti - Hentai: Italiano - English - Il Fumetto Nero - Tarzan - Compravendita Fumetti e Libri - Articoli e Saggi - Tarzanelle

Storia: Antica - Medioevale - Moderna - Contemporanea - La Toscana - Livorno - Inediti Horror - La Mia Videoteca - Il Diavolo e Le Streghe

Special English Sector: National Cinematographies - History of Cinema - Crime - Thriller - Noir - Action - Adventure - Spy - Horror - Science FictionFantasy - Erotic - War - Western - Actors and Actresses - Directors - Film (Movies) Plot, Synopsis, Reviews - External Links  
Film Movies Scenes: Crime|Thriller|Noir|Action-Adventure|Spy|Horror|Science Fiction|Erotic|War|Western|Vampire Cinema

International Sectors: English - Español - Français - Deutsch - Others Languages - Library Free Image - Words in a Box

Storia della Tortura, della Inquisizione, della Caccia alle Streghe e del Fanatismo Religioso - The Tale of Terror, A Study of the Gothic Romance

Tutti i Film recensiti da Horror Crime: #-A-B-C-D-E-F-G-H-I-J-K-L-M-N-O-P-Q-R-S-T-U-V-W-X-Y-Z

E-Books e Libri gratuiti

E-Books Writers

 
 

Artemide - La dea della caccia - Mitologia Greco-Romana

[banner_pubblicitari/banner_base_alto_03.htm]
 
[0000_gestione_banner/banner_verticale_sinistro.htm]

La dea della caccia e il suo seguito di ninfe seducenti si erano fermate, dopo una lunga corsa, a rinfrescare le membra affaticate ad una chiara sorgente nel folto di un bosco. Udendone le folli risate, un mortale chiamato Atteone si approssimò, ma mentre spiava il garrulo gruppo fu scorto dalla dea. Questa, irritata dall'indiscrezione del mortale, lo convertì in cervo gettandogli addosso dell'acqua e poi lo fece fare a brani e divorare dagli stessi suoi cani. Il mito ci dice che Artemide com'era chiamata dai Greci, o Diana, come la chiamavano i Romani, fosse figlia di Zeus e sorella gemella di Apollo a cui rassomigliava perfettamente. I Greci la veneravano quale protettrice dei giovani e delle fanciulle; inoltre fu considerata quale personificazione della Luna, nello stesso modo che Apollo era considerato la personificazione del Sole. Soprattutto, però, veniva adorata come divinità cacciatrice, e i Greci le consacravano in particolar modo il cervo, sebbene anche l'orso, il leone ed altri animali selvaggi le fossero sacri.


Artemide è generalmente raffigurata come cacciatrice, alta, snella e di pie leggero. I suoi capelli sono annodati dietro il capo e la veste è succinta per non intralciarle la corsa. Sulla spalla porta l'arco e la faretra e accanto tiene un cane o un cervo. La più bella statua di Artemide è quella trovata nella villa dell'Imperatore Adriano, ora nel museo del Louvre.


Ad Efeso, nell'Asia minore, era adorata sotto il nome di Artemide o Diana una dea ben diversa dalla vera Artemide. Come si vede da una bella statua del Museo di Napoli, veniva raffigurata col petto fornito di numerose mammelle, e la parte inferiore del corpo chiusa in una specie di guaina a zone scolpite. Era il simbolo della fecondità. A questa divinità fa allusione San Paolo nell'epistola agli Efesi. Il tempio di Efeso fu incendiato nel 356 a. C. da Erostrato, il quale, non sapendo far nulla di grande e di bello, pur voleva conquistarsi un titolo all'immortalità. Malgrado che i magistrati di Efeso avessero fatto appunto divieto di mai pronunciar il nome dell'empio, il gesto di Erostrato divenne proverbiale. Il gran tempio venne fatto riedificare con maggiore magnificenza, tanto che fu ritenuto una delle sette meraviglie del mondo antico.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[aaaa_gestione_banner/menu_verticale_horror.htm]


Il copyright delle immagini riprodotte a fini documentativi e di critica, ove non espressamente indicato, si intende dei singoli autori, editori o di chiunque ne detenga i diritti. Tutte le immagini sono inserite nel contesto dell'art. 70 Legge 22 aprile 1941 n. 633 - All Images are inserted in the context of the matter brought in the title and is addressed to the analysis and critic of the film, book or other and it avails itself of the right of quotation sanctioned by art. 70 of the copy-right italian law (Legge 22 aprile 1941 n. 633) - If you find here something of your own property, please contact Horror Crime at adaraffaelli@libero.it to publish the documented correct copyright or source, o to erase those materials from these web sites. Thank You.